top of page
IMG_5607.jpg

EVEREST TRE PASSI

Anchor 1

Massimo altitudine: 5.545 m

Durata: 19 giorni

Difficoltà: moderata

Prezzo: € 3075 

volo e assicurazione già inclusi

IMG_5892.HEIC

18 ott- 06 nov 2023   confermato   3 posti disponibile  PRENOTA   11 prenotati

Il trekking vero e proprio inizia da Lukla (2828 m) e segue il fiume Dudh Koshi che porta fino alla capitale Sherpa di Namche, un vivace bazar che è un incrocio per la maggior parte dei trekker, lo Sherpa locale e il percorso della spedizione verso il Monte. Everest . Lungo tutta questa parte del percorso, la sua gente amichevole Sherpa, villaggi pittoreschi grande varietà di cultura e tradizioni, feste colorate e monasteri. Saliamo fino a Lungden per il passo Renjo-La (5360 m). Renjo la pass offre un ricordo a vita di viste panoramiche sull'Everest e su altre catene himalayane. Il percorso Renjo-La Pass è fuori dai soliti sentieri battuti. Un'escursione al quarto e al quinto lago sarebbe un'attrazione in più nella valle di Gokyo, da dove i panorami sono fantastici. Il ghiacciaio Ngozumpa è il più grande dell'Himalaya nepalese. Il Gokyo Ri (5330 m) è considerato il miglior punto di osservazione dell'intera regione dell'Everest. Dopo aver esplorato questo luogo di imaging, attraversiamo il passo Chola-La (5420 m) per andare al campo base dell'Everest. Abbiamo anche la possibilità di visitare Kalapather (5550 m) per la vista ravvicinata del Monte. Everest e campo base dell'Everest (5364 m) per vedere la cascata di ghiaccio del Khumbu. Il passo Kongma-La (5535 m) è il passo più alto di questi tre passi. I panorami sono eccellenti dalla cima del Kongma La Pass. .Sulla via del ritorno attraversiamo Dingboche, Tengboche e alla fine scendiamo a Lukla.

ITINERARIO

Giorno 01: Kathmandu e trasferimento in hotel (1.400 m)

Dopo l'arrivo all'aeroporto internazionale Tribhuvan (TIA) di Kathmandu, trasferimento in hotel. La sera ci sarà una cena di benvenuto tutti insieme.

Giorno 02: Volo da Kathmandu – Lukla e trekking a Phakding (2.800 m)

Al mattino presto volo per Lukla. Il volo sarà interessante poiché voleremo in mezzo al grande Himalaya in un aereo Twin Otter. Iniziamo il nostro breve viaggio verso Phakding subito dopo l'atterraggio. Pernottamento a Phakding.

Giorno 03: Trekking a Namche Bazaar 3.438 m, 5-6 ore

Oggi camminiamo attraverso una pineta, lungo il fiume Dudh Koshi, poi entriamo nel Parco Nazionale dell'Everest. Alla fine saliamo su un ripido percorso di trekking e raggiungiamo Namche Bazaar. Pernottamento a Namche Bazaar.

Day04: Acclimatamento a Namche Bazaar 3.438 m

Oggi è il giorno dell'acclimatazione, quindi visitiamo tranquillamente Namche Bazaar, la più grande città sherpa della regione del Khumbu. Potremmo fare un'escursione fino al punto panoramico dell'Everest per vedere il Monte. Everest, Lhotse, Nuptse, Ama Dablam, Thamserku, Kongde e così via. Pernottamento a Namche Bazaar.

Giorno 05: trekking da Namche Bazaar a Thame (3.820 m)

Salendo ripidamente fuori dal villaggio ci si dirige poi a nord-ovest, risalendo la valle del Nangpo Drangpo. Attraversiamo una bella foresta di rododendri godendoci la vista di Kwangde 6.343 m/20.806 piedi, cascate a cascata e attraversiamo anche il villaggio di Thamo, da qui il sentiero prosegue gradualmente in salita. Dopo circa un'ora e mezza di cammino, raggiungiamo un'enorme parete rocciosa dipinta con le figure buddiste di Green Tara e Guru Rimpoche. Il ponte sul Bhote Koshi, ornato di bandiere di preghiera, viene attraversato e poi si sale gradualmente per mezz'ora fino al villaggio di Thame. Thame è un villaggio attraente che comprende una collezione di logge, case e un gompa sopra di esso.

Giorno 06: Trekking da Thame a Murlung (4.210 m)

Lasciando oggi il sentiero principale, godrai della pace e della relativa solitudine di questa piccola valle percorsa. Inizi la camminata di oggi in salita per circa 15 minuti. Dopo una curva vedrai l'attraente villaggio di Tangmoteng, di medie dimensioni. Si scende al villaggio e si supera un enorme chorten mentre si prosegue lungo un sentiero molto battuto e largo. Il sentiero è disseminato di mura mani e un piccolo chorten man mano che avanzi nel villaggio. Dopo circa un'ora, cammini parallelamente al villaggio di Yellajung dall'altra parte del Bhote Koshi. Il sentiero prosegue su un dolce sentiero in salita sul fianco della collina sopra Bhote Koshi. Dopo circa due ore di cammino, si arriva al villaggio di Tharngga a 4.000 m/13.100 piedi. Inizierai a sentire l'altitudine qui. Tharngga comprende una vasta collezione di case in pietra e hai una vista superba di Kongde Ri mentre guardi lungo il sentiero. Altri 45 minuti circa su un sentiero che sale gradualmente ti portano a Marlung, 4.210 m/13.779 piedi, pernottamento a Marlung.

Giorno 07: Trekking da Murlung a Gokyo (4.790 m) Via Renjo Pass (5.340 m)

Lasciamo Marlung la mattina presto e una salita abbastanza dura per diverse ore fino a un lago. Continuiamo a salire per un paio d'ore fino a raggiungere il Lago Nero e il col. Qui puoi vedere il tuo obiettivo, il Renjo La, e le sue bandiere di preghiera a circa 250 m/800 piedi sopra. Il sentiero ora è molto buono, gradini di pietra quasi fino al passo. Zigzaga attraverso la collina e qui sentirai davvero l'altitudine. Ci vogliono dalle cinque alle sei ore per raggiungere il passo. La discesa a Gokyo durerà circa tre ore e la prima parte è spesso innevata e moderatamente ripida. È contrassegnato da tumuli. Alla fine il sentiero diventa un buon sentiero che conduce al lago Dudh Pokhari ea Gokyo

Giorno 08: Giorno di acclimatazione: escursione da Gokyo a Gokyo Ri (5.300 m) e ritorno a Gokyo

Oggi, se il cielo è sereno, godremo di panorami straordinari dalla vicina Gokyo Ri. A differenza di Kala Pattar di Lobuche, dove devi fare una lunga camminata per salire, i piedi di Gokyo Ri si trovano a soli cinque minuti dalle logge di Gokyo, dall'altra parte del torrente che alimenta il lago. Un "sbuffo e sbuffo" di due o tre ore su un sentiero a zig-zag conduce alla vetta da dove i panorami valgono tutto lo sforzo richiesto. Ci sono buone vedute dell'Everest, 8.848 m/29.028 piedi, che mostra la sua vetta e il fianco settentrionale e Makalu, 8.475 m/27.798 piedi, è visto più a est. A nord c'è Cho Oyu, 8.153 m/26.741 piedi, e tutt'intorno si possono vedere neve, ghiaccio, morene glaciali e altri giganti. Sotto c'è il villaggio di Gokyo, i pittoreschi laghi Gokyo e la superficie disseminata di detriti dell'enorme ghiacciaio Ngozumba. Scenderai a Gokyo per il pranzo. Nel pomeriggio puoi concederti un meritato riposo o fare una passeggiata più a nord lungo il ghiacciaio verso il quarto e il quinto lago della Gokyo Valley.

Giorno 09: Trekking da Gokyo a Thagnak (4.750 m)

Da Gokyo scendiamo la valle per un breve tratto e poi, superato un lago inferiore, ci dirigiamo a est per risalire la morena del ghiacciaio Ngozumba. L'attraversamento del ghiacciaio è piuttosto arduo; il percorso si snoda su e giù e intorno a massi e macerie e il sentiero cambia di anno in anno con il movimento del ghiacciaio. Continuiamo quindi a Dragnak.

Giorno 10: Trekking da Thagnak a Zungla (4.620 m) attraverso il Cho La Pass (5.330 m)

Da Draknak facciamo una lunga salita e attraversiamo una sella erbosa per scendere un breve tratto a Chyugima prima di iniziare la salita propria del passo. La salita è su ghiaioni ripidi, rocce e grossi massi che possono essere molto scivolosi e l'andatura può essere difficile in alcuni punti a seconda delle condizioni. La strada diventa ancora più ripida per raggiungere il passo stesso. I panorami quando raggiungiamo il campo di neve in cima sono sbalorditivi. Ancora una volta, bisogna fare attenzione alla discesa. La discesa lungo il nevaio inizia meno ripida, ma poi, seguendo gli ometti che segnano il percorso, il percorso diventa più difficile mentre camminiamo e ci arrampichiamo su grandi rocce e massi. La discesa finale della valle è più graduale e più agevole fino ad arrivare alla nostra sosta per la notte a Dzongla.

Giorno 11: trekking da Zungla a Gorakshep (5.140 m)

Questo è il grande giorno del viaggio verso il campo base. Una partenza anticipata è essenziale per arrivarci prima che scenda qualsiasi nuvola e probabilmente farà molto freddo quando si parte. Lasciando Lobuche ci dirigiamo a nord-est, lungo il fianco del ghiacciaio Khumbu attraverso morene confuse e rocce frantumate. Non c'è quasi vegetazione qui. Anche così, lungo la strada si possono spesso vedere piccoli branchi del delizioso gallo delle nevi tibetano o sentire i richiami dai pendii. Facciamo diversi saliscendi energici attraverso la morena e scendiamo a Gorak Shep dove vale la pena bere una tazza di tè rigenerante e fare uno spuntino.

Da Gorak Shep è ancora un viaggio lungo e abbastanza arduo fino al campo base, inizialmente seguendo la cima della morena e poi scendendo sul ghiacciaio disseminato di massi. Nella stagione dell'arrampicata possiamo seguire gruppi di alpinisti, o yak che trasportano rifornimenti, ma altre volte lungo il percorso c'è solo una serie di piccoli ometti. Dopo un paio d'ore raggiungiamo l'area del campo base da dove, sebbene non si abbia una vista della vera vetta dell'Everest, ci sono sensazionali viste ravvicinate della terrificante cascata di ghiaccio del Khumbu e uno scenario circostante di seracchi di ghiaccio e cascate rocce. A questa altitudine il ritorno a Gorak Shep sembrerà piuttosto lungo e consumerà le tue rimanenti riserve di energia.

Giorno 12: Trekking mattutino da Gorakshep a Kala Pattar (5.550 m) ritorno a Gorakshep (pranzo) - Gorakshep a EBC (5.364 m) e discesa a Lobuche (4.910 m): pernottamento al Lodge

Dopo essere saliti a Kala Pattar la mattina presto (facoltativo), oggi è una giornata più facile mentre scendiamo a Labuche per la sosta notturna e il riposo.

​Giorno 13: Trekking da Lobuche a Chhukung (4.730 m) passando per il Kongma la Pass (5.535 m)

Una giornata impegnativa, ma gratificante. Iniziamo a camminare in salita su un debole sentiero. Dopo circa 15 minuti, attraversi il ghiacciaio Khumbu. Arriviamo a un'altura e da qui possiamo vedere la nostra destinazione - il Kongma La - anche se la visuale è alquanto ristretta. Qualche boulder-hopping ti porta a un evidente sentiero che sale verso il passo. Se diamo uno sguardo dietro, si vede la Piramide - Centro Ricerche Italiano, a poco più di 5.000 m. Più in alto puoi vedere Lobuche. Durante la salita si possono ammirare viste mozzafiato su Cholatse 6.440 m, Pokalde 5.794 m, Nuptse 7.864 m, Lhotse 8.501 m, Makalu e Ama Dablam 6.814 m. Per l'ultima mezz'ora circa fino al passo, si attraversa sotto una grande parete rocciosa e abbiamo un'eccellente vista ravvicinata di Pokalde sulla nostra destra. Il passo è adornato con bandiere di preghiera e le viste panoramiche sulle cime innevate sono spettacolari.

La discesa è ripida all'inizio, ma una volta raggiunto il grande lago dopo circa 20 minuti dal passo, diventa più agevole. Abbiamo una buona visuale del Makalu e dell'Ama Dablam durante la discesa. Man mano che avanzi, possiamo vedere Island Peak e la valle di Chukhung sottostante.

Giorno 14: trekking da Chhukung a Pangboche (3.930 m)

Scendiamo gradualmente tutto il giorno a Pangboche, il più alto insediamento aperto tutto l'anno nella valle. Questa è una piacevole passeggiata con splendide viste su Ama Dablam e Taboche.

Giorno 15: Trekking da Pangboche a Namche Bazaar

Rimanendo in alto sulla sponda occidentale del fiume, si fa il giro del villaggio sherpa di Phortse, che si trova sul fianco meridionale inferiore di Tawache, direttamente dall'altra parte della valle rispetto a Thyangboche. Ci sono viste superbe qui di Thamserku e Kangtaiga. Ci fermeremo qui per pranzo e poi scenderemo ripidamente attraverso una foresta fino al Dudh Khosi. Dal bel punto di attraversamento, si sale a un Chorten a Mong La, dove ci sono viste meravigliose sulla valle fino a Phortse, Thyangboche e le montagne circostanti. Da Mong La scendiamo a Teshinga dove proseguiamo su un sentiero ondulato fino a Namche.

Giorno 16: Trek da Namche Bazaar a Lukla

Seguiamo lo stesso percorso dei nostri primi giorni di trekking. Pernottamento a Lukla.

Giorno 17: volo da Lukla a Kathmandu e trasferimento in hotel

Oggi c'è un'altra occasione per godersi il fantastico volo da Lukla a Kathmandu. Notiamo che i voli per Lukla a volte subiscono ritardi a causa delle condizioni meteorologiche, sia nella nebbia di Kathmandu che nella ventosa Lukla.

Giorno 18: visita della valle di Kathmandu

Visita ai siti UNESCO della Valle di Kathmandu.

Giorno 19: trasferimento all'aeroporto internazionale di Tribhuvan per la partenza finale

Partenza definitiva da Kathmandu verso il tuo paese d'origine

IL SERVIZIO INCLUDE

  • Biglietto aereo internazionale

  • Assicurazione di viaggio e bagaglio

  • Arrivo e partenza, aeroporto (pick up and drop)

  • 4 notti in hotel a Kathmandu con piano BB condividendo due letti singoli

  • Cena di benvenuto o di arrivederci

  • Permesso per il Parco Nazionale di Sagarmatha, TIMS CARD e quota di iscrizione al Comune rurale di Pasang Lhamu

  • Assicurazione e stipendio del personale

  • Volo interno da Kathmandu a Lukla andata e ritorno

  • Servizio facchino fino a 10 Kg a persona durante il trekking

  • 3 pasti al giorno (colazione/pranzo/cena) in montagna

  • Guida autorizzata dal governo durante il trekking e visite turistiche nella valle di Kathmandu

  • Kit medico di gruppo

SERVIZIO ESCLUSI

  • Tassa per il visto d'ingresso in Nepal (€34/40)

  • Pranzo e cena nella città di Kathmandu

  • Notte extra a Kathmandu per qualsiasi motivo

  • Spese personali: telefonate, Internet, articoli da toeletta, ricarica della batteria, doccia calda, lavanderia, bibite, acqua minerale, birra ed eventuali bevande alcoliche.

  • Mance per Guide, portatori e staff

  • Qualsiasi altro servizio o attività non menzionati nell'itinerario.

 

Nota importante: la vostra sicurezza è la cosa più importante durante il viaggio. Si ricorda quindi che per motivi di sicurezza la guida si riserva il diritto di modificare parzialmente o cancellare qualsiasi percorso di trekking sopra menzionato. Poiché questa avventura si svolge in una remota area montuosa, a volte le condizioni meteorologiche, le condizioni di salute, i fenomeni naturali, ecc. possono modificare il percorso. Tuttavia, la guida cercherà di gestire il viaggio nel modo più sicuro possibile e secondo l'itinerario originale.

everest three pass  trek map.jpg
bottom of page